Sistemi acqua/schiuma

I sistemi a protezione dei liquidi infiammabili utilizzano concentrati schiumogeni AFFF di tipo sintetico a bassa espansione che agiscono con grande rapidità diffondendosi sulla superficie del liquido incendiato. Diversamente dalle schiume tradizionali, le schiume filmanti acquose oltre a formare un consistente manto di schiuma, generano per drenaggio un film acquoso che esclude dal contatto con l’aria la superficie del liquido infiammabile ed impediscono il rilascio dei vapori. In caso di rottura della sua continuità il film ha la capacità di autorigenerarsi.

Nel caso di applicazioni su solventi polari, solubili in acqua è necessario l’utilizzo dello schiumogeno filmante AR-AFFF, resistente all'alcol. Una volta applicato sui solventi polari, i polimeri (polisaccaridi) presenti nella schiuma formano un film polimerico sulla superficie del liquido. Il film polimerico è generato da una reazione tra il solvente polare e l’acqua che drena dalla schiuma. Il film acquoso che galleggia sullo strato polimerico mantiene la sua capacità di autorigenerarsi e contribuisce allo spegnimento del fuoco ed alla soppressione dei vapori. Utilizzo principale: sistemi sprinkler ad umido o a diluvio a protezione di liquidi infiammabili.

Gli schiumogeni AFFF e AR-AFFF sono miscelabili con acqua nella percentuale del 3 % e 6% e sono approvati dal Ministero degli Interni. Sistemi acqua e schiuma a media e alta espansione. La schiuma ad alta espansione è impiegata per lo spegnimento di fuochi di classe A e B all’interno di spazi confinati. La schiuma a media espansione è stata invece studiata per applicazioni in luoghi aperti e ventosi. Sia la schiuma a media che alta espansione sono aggregati di bolle generate meccanicamente grazie al passaggio del concentrato schiumogeno attraverso speciali generatori ed il conseguente contatto con l’aria. L’espansione dello schiumogeno può variare da 20:1 fino a 1000:1. I sistemi a media espansione possono essere utilizzati per la protezione di combustibili liquidi e solidi dove è richiesta una copertura capillare degli spazi da proteggere, per esempio per la saturazione totale di piccoli volumi come cabine con motori e trasformatori. Vengono utilizzati per proteggere liquidi infiammabili o tossici dove la saturazione veloce è fondamentale per impedire la propagazione dei vapori sia per applicazioni indoor che outdoor. L’alta espansione viene utilizzata anch’essa per la protezione dei liquidi infiammabili e garantisce una copertura ancora più capillare degli spazi da proteggere. È principalmente indicata per la protezione di differenti tipologie di rischio su vari livelli per esempio all’interno di magazzini pallettizzati.

Share by: